Menu

Giardino

L'Erba Ha Una Radice?

L'erba appartiene alla famiglia delle piante delle poaceae, che comprende molte specie familiari come l'erba di pampas (cortaderia stapf), la grancevola (digitaria haller) e le erbe del prato come zoysia willd e festuca. Una pianta erbacea emerge dal terreno come una singola lama che alla fine si allunga per produrre uno stelo sottile...

L'Erba Ha Una Radice?


In Questo Articolo:

Le foglie, o lame, sono ciò che conferisce a un prato il suo aspetto lussureggiante.

Le foglie, o lame, sono ciò che conferisce a un prato il suo aspetto lussureggiante.

L'erba appartiene alla famiglia delle piante delle Poaceae, che comprende molte specie familiari come l'erba di Pampas (Cortaderia Stapf), la grancevola (Digitaria Haller) e le erbe del prato come Zoysia Willd e Festuca. Una pianta erbacea emerge dal terreno come un'unica lama che alla fine si allunga per produrre uno stelo stretto circondato da un altro tipo di lama chiamato guaina.

Anatomia dell'erba: radici e radici

Una pianta erbacea è composta da una radice, un gambo, foglie e una testa di seme. La radice è fibrosa o composta da molte piccole radici che si muovono in tutte le direzioni. Lo stelo, o culm, inizia una singola sezione ma sviluppa nodi e internodi che lo segmentano lungo la sua lunghezza. Altri tipi di steli emergono dalla base della pianta principale dell'erba e formano stoloni, o corridori, che crescono verso l'esterno attraverso la parte superiore del terreno. I rizomi hanno anche origine alla base, ma crescono orizzontalmente sotto il terreno. Le radici si sviluppano dai nodi lungo gli stoloni e i rizomi per produrre nuove piante erbacee.

Foglie e teste di semi

Le foglie di erba emergono dai nodi sul gambo, con la più recente crescita sul lato opposto rispetto a una foglia più vecchia sotto di esso. Una singola foglia è composta da una lama, una guaina, una ligula, un padiglione auricolare e un collare. Le lame possono essere piatte, piegate, arrotolate verso l'interno, filiformi o a forma di barca, con una forma che si evolve in un'altra in alcuni casi. La sezione inferiore più ampia di una foglia circonda lo stelo dal punto in cui è emersa in un nodo e si piega verso l'esterno per formare una lama. Il padiglione auricolare e il collare rappresentano l'area in cui termina la guaina e inizia la lama. La ligula, che significa "piccola lingua", fissa il gambo all'interno della foglia tra la lama e la guaina, chiudendola all'acqua e allo sporco. La testa del seme è l'organo riproduttivo della pianta, di solito non ha foglie e appare sulla punta di uno stelo principale.

Le relazioni

Le radici di una pianta erbacea determinano in gran parte quanto bene crescerà, e lo fa in diretta relazione alla quantità di gambi e lame rimossi durante la falciatura o il pascolo degli animali. Se viene rimosso il 50% o meno della crescita superiore, comprese le lame e gli steli, non si verifica alcun rallentamento nella crescita delle radici. Ma se il 90 percento della crescita superiore viene rimosso, le radici possono smettere di svilupparsi fino a 17 giorni. Anche la temperatura dell'acqua e del suolo influisce sulla crescita delle radici, con uno sviluppo maggiore nei terreni umidi e profondi. La maggior parte della crescita delle radici avviene durante la parte più fresca dell'anno dalla caduta fino alla prima gelata. Continua lentamente durante l'inverno e riprende in primavera, finché la crescita non cessa durante il clima estivo più caldo.

Tutto in famiglia

Potrebbe sorprendervi sapere che il bambù, il mais e la canna da zucchero sono anche membri delle Poaceae o della famiglia dell'erba. Un'attenta ispezione rivela le somiglianze tra loro e l'erba che cresce sul tuo prato o sul campo da golf. Come con tutte le piante, le erbe crescono attraverso l'allungamento dello stelo, con alcune che misurano solo alcuni centimetri, come il bentgrass strisciante (Agrostis palustris) e i bambù giganti (Bambusa) che crescono fino a quasi 100 piedi. Tagliare l'erba del prato pone un grande stress sulle piante, in particolare se si tratta di rimuovere solo una piccola parte della massa fogliare. La regola generale è quella di rimuovere non più di un terzo dell'altezza delle lame d'erba, lasciando intatta la maggior parte degli steli. Una falciatura corretta non solo incoraggia una forte ricrescita, ma lascia abbastanza piante dietro per scoraggiare lo sviluppo delle infestanti nel prato.


Guida Video: Come far crescere la Marijuana in 2 min - dal seme alla pianta.

L'Articolo È Stato Utile? Dì Ai Tuoi Amici!

Per Saperne Di Più:

Aggiungi Un Commento