Menu

Giardino

Cosa Significa Cibo Sostenibile?

Le pratiche agricole hanno conseguenze molto reali per la vita delle persone, compresi gli impatti negativi come le malattie di origine alimentare, l'inquinamento delle falde acquifere e l'esaurimento del suolo. Queste conseguenze involontarie hanno contribuito a sostenere lo sviluppo di un'agricoltura sostenibile. Puoi definire "sostenibile" in molti modi,...

Cosa Significa Cibo Sostenibile?


In Questo Articolo:

L'agricoltura sostenibile può produrre alti rendimenti proteggendo al contempo le risorse naturali da cui dipende.

L'agricoltura sostenibile può produrre alti rendimenti proteggendo al contempo le risorse naturali da cui dipende.

Le pratiche agricole hanno conseguenze molto reali per la vita delle persone, compresi gli impatti negativi come le malattie di origine alimentare, l'inquinamento delle falde acquifere e l'esaurimento del suolo. Queste conseguenze indesiderate hanno contribuito a sostenere lo sviluppo di un'agricoltura sostenibile. √ą possibile definire "sostenibile" in molti modi, ma al suo centro √® un impegno in pratiche che mantengono l'ambiente sano e la produzione alimentare economicamente e socialmente fattibile.

Ampia definizione

Vivere entro i nostri limiti ambientali √® un principio basilare della sostenibilit√† dell'agricoltura, ma il focus dell'agricoltura sostenibile √® spesso molto pi√Ļ ampio. Il programma di ricerca e istruzione sull'agricoltura sostenibile della University of California lo definisce come la gestione di risorse naturali e umane. La gestione delle risorse umane comprende le condizioni di lavoro e di vita degli agricoltori e del personale, i bisogni delle comunit√† rurali e la salute dei consumatori a lungo termine. La gestione territoriale comporta il mantenimento o il potenziamento della base di risorse naturali a lungo termine. (Vedi riferimenti 1)

Definizione USDA

Il Congresso arrivò a una definizione di agricoltura sostenibile quando approvò il "Farm Bill" (Food, Agriculture, Conservation and Trade Act del 1990). Ha caratterizzato l'agricoltura sostenibile come un sistema integrato di pratiche di produzione di piante e animali che soddisfano il bisogno dell'America di cibo e fibre e valorizzano le risorse naturali da cui dipende la crescita alimentare. Queste pratiche includono anche l'uso efficiente di non rinnovabili, mantenendo la produzione economicamente redditizia e migliorando sia la qualità della vita del contadino che quella della società. (Vedi riferimenti 2)

Pratiche sostenibili

Anche se le pratiche variano, gli agricoltori che coltivano cibo in maniera sostenibile ruotano tipicamente le colture per intercettare erbacce, malattie e problemi di parassiti, ricavano l'azoto da fonti naturali come letame e compost, praticano la conservazione del suolo, riducono l'erosione del suolo ed eliminano o limitano la contaminazione dell'acqua con prodotti chimici agricoli Le strategie che usano per controllare i parassiti non sono dannose per l'agricoltore, il consumatore o la terra e la struttura del suolo, e la fertilità viene mantenuta o migliorata.

Pratiche convenzionali

L'agricoltura convenzionale fornisce la maggior parte del cibo nel tipico negozio di alimentari, e richiede un approccio diverso alla crescita del cibo rispetto all'agricoltura sostenibile. Una pubblicazione dell'USDA del 2007 osserva che l'agricoltura convenzionale in genere coinvolge fattorie su larga scala con una rapida innovazione tecnologica, colture singole cresciute ininterrottamente per molte stagioni, colture ibride uniformi ad alto rendimento e uso estensivo di pesticidi e fertilizzanti. Mentre l'agricoltura convenzionale ha notevolmente incrementato i raccolti agricoli negli ultimi anni, i problemi associati a questo sistema non sono minori. L'agricoltura convenzionale √® la pi√Ļ grande fonte non inquinante di inquinamento idrico, contamina cibo e acqua con pesticidi e nitrati e riduce la produttivit√† del suolo. (Vedi riferimenti 2, "Alcuni sfondi")

Standardizzazione della definizione

Un think tank ambientalista a Madison, nel Wisconsin, ha lavorato con un comitato composto da 58 membri per creare uno standard nazionale volontario per l'agricoltura sostenibile. I membri del comitato comprendono General Mills, The Natural Resources Defense Council, l'US Environmental Protection Agency e l'American Farmland Trust. Il loro obiettivo è soddisfare le esigenze di un gruppo eterogeneo di parti interessate codificando pratiche e standard di produzione sostenibili, stabilendo un percorso per il miglioramento continuo della filiera agricola e fornendo un mezzo per una chiara comunicazione dei risultati. Sperano di completare questo processo entro il 2012. (Vedi riferimenti 3)


Guida Video: Sicurezza alimentare e cibo sostenibile.

L'Articolo √ą Stato Utile? D√¨ Ai Tuoi Amici!

Per Saperne Di Pi√Ļ:

Aggiungi Un Commento