Menu

Giardino

Che Cosa Si Considera Uno Spreco Di Rifiuti?

I rifiuti di cantiere sono costituiti da materiale vegetale o organico prodotto dalla cura e dalla manutenzione di aree verdi, giardini e prati. Questo include erbacce, foglie, erba tagliata, fiori e piante morte, pennello, tronchi d'albero, rami potati e steli, terra, radici, trucioli di legno, rocce e persino alberi di natale. Cortile…

Che Cosa Si Considera Uno Spreco Di Rifiuti?


In Questo Articolo:

I rifiuti di cantiere sono generati da attività di manutenzione del paesaggio e non includono materiale inorganico.

I rifiuti di cantiere sono generati da attività di manutenzione del paesaggio e non includono materiale inorganico.

I rifiuti di cantiere sono costituiti da materiale vegetale o organico prodotto dalla cura e dalla manutenzione di aree verdi, giardini e prati. Questo include erbacce, foglie, erba tagliata, fiori e piante morte, pennello, tronchi d'albero, rami potati e steli, terra, radici, trucioli di legno, rocce e persino alberi di Natale. I rifiuti di cortile rappresentano una parte significativa dei rifiuti che finisce nelle discariche ogni anno.

Spreco di potatura

Fiori morti, cespugli e rami potati vengono rimossi ogni anno dal tuo giardino e paesaggio per mantenere le tue piante sane e attraenti. Questo materiale può costituire una parte considerevole dei rifiuti del cantiere, ma non appartiene alla spazzatura. Le piante morte e le fioriture sparse possono essere compostate, così come rami con diametro inferiore a 1/4 di pollice. I rami più grandi dovrebbero essere triturati o scheggiati perché impiegano molto tempo a decomporsi. Il legno resinoso e le foglie di piante come il pino e l'abete rosso non sono ideali per il compostaggio, perché le resine prolungano la decomposizione. Tuttavia, gran parte di questo materiale legnoso può essere scheggiato e usato come pacciame.

Le foglie

Nell'autunno e all'inizio dell'inverno, gli alberi del tuo paesaggio diventano i maggiori produttori di rifiuti di cantiere quando lasciano le foglie. Rastrellare le foglie in pile e bruciarle o inviarle ad una struttura di deposito locale è un modo inefficiente di smaltirle e può essere dannoso per l'ambiente. Invece, le foglie possono essere falciate, usate come pacciame o compostate e rimesse nel paesaggio invece che in discarica.

Ritagli di erba

I residui di erba sono un tipo di rifiuto del cantiere che alcuni proprietari di case non sono sicuri di cosa fare. Insaccare i tuoi residui di erba rende il tuo prato curato e pulito, ma rende il lavoro inutile per te. Se si lasciano i residui di erba sul prato dopo la falciatura, si restituiscono sostanze nutritive preziose al terreno. Secondo la Colorado State University Extension, i residui di erba contengono dal 20 al 30 percento di proteine ​​e circa il 4 percento di azoto, il 2 percento di potassio e lo 0,5 percento di fosforo. Regola il tosaerba per rimuovere non più di un terzo della lunghezza dell'erba ogni volta che falcia. Se i ritagli sono più lunghi del solito in qualsiasi taglio particolare, rastrellali e inseriscili nel cumulo del compost.

Erbacce e piante malate

Le erbe infestanti e le piante malate sono materiali di scarto di cantiere difficili da smaltire tramite compostaggio o pacciamatura perché possono essere problematici quando vengono riciclati nel paesaggio. La temperatura varia tipicamente in tutto il compost, quindi non tutti gli organismi nelle piante malate saranno uccisi. Per questo motivo è meglio non mettere piante o parti di piante che sono gravemente malate nel tuo compost. Questi dovrebbero essere collocati nel cestino o bruciati. Le erbe infestanti trattate con erbicida non devono essere collocate nel compost, anche se piccole quantità non sono in genere dannose se si consente il tempo per una completa decomposizione delle sostanze chimiche.

Gestione e riduzione degli sprechi di cantiere

I rifiuti di cantiere producono enormi quantità di materiale per i sistemi di raccolta dei rifiuti urbani per gestire ogni stagione di crescita. Inoltre contiene molta umidità, che ostacola la combustione, e mentre è biodegradabile, una discarica non ottiene l'ossigeno e l'acqua necessari perché i rifiuti si rompano perché le discariche sono costruite per proteggere l'ambiente impedendo il movimento di aria e umidità. La gestione dei rifiuti nei cantieri è la pratica di ridurre la quantità di rifiuti di cantiere che trova la sua strada verso le strutture locali di gestione dei rifiuti e le discariche. Ciò significa che si riducono i rifiuti di cantiere generati con metodi come il compostaggio e il riutilizzo del materiale, quando possibile, come pacciamatura per prati e giardini. Entrambe queste azioni riciclano i rifiuti di cantiere nel paesaggio invece di aumentare il peso delle strutture locali di gestione dei rifiuti.


Guida Video: Zero Rifiuti: E' possibile un mondo senza rifiuti?.

L'Articolo È Stato Utile? Dì Ai Tuoi Amici!

Per Saperne Di Più:

Aggiungi Un Commento